Just another WordPress.com site

Archivio per giugno, 2007

ESSì

 
 
 
 
ORE 23: 40 VOGLIA DI THE’ AL LIMONE GHIACCIATO…
VOGLIA DI SABBIA FREDDA
VOGLIA DI TRANQUILLITA’
VOGLIA DI SILENZIO
VOGLIA DI FARE QUALCOSA CHE NON POSSO FARE
 

niente labbra

3.05  3.06  3.07  3.08  3.09  3.10  ed i secondi trascorrono così, in silenzio  3.15  3.16  3.17  è un terribile silenzio  3.19  3.20  3.21  3.22 
cambio canzone : THINK  0.01  0.02  0.03  0.04  0.05  0.06  0.07  e la mano ke tocca l’orecchio  0.9  0.10  0.11  0.12  i capelli  0.13  0.14  0.15  0.16  0.17  e la mano che spinge sul petto.
 
lacrime calde
 
camicia bagnata
 
capelli
 
mano
 
braccia
 
niente labbra
 

rabbia e rancore

La rabbia e il rancore ti possono sbarrare la strada. Adesso l’ho capito. Bruciano l’aria che respiri, la vita, ti divorano, ti soffocano ma la rabbia è reale. E persino quando non lo è ti può cambiare. Ti modella, ti trasforma in quello che non sei. L’unico aspetto positivo è la persona che diventerai dopo. Se tutto va bene, un giorno ci si sveglia… e si scopre di non avere paura di affrontare il viaggio. La verità è, nella migliore delle ipotesi, una storia raccontata a metà. E la rabbia, come la crescita arriva a scatti e a strappi… e al risveglio offre un nuovo giorno alla comprensione… e una promessa di quiete.
 
 
 
 

23.06.2007

 
 
 
 
ANDREA E’ TORNATO. STOP.
PER RIMANERE. STOP.
 

CAOS

CAOS. NELLA TESTA, NEGLI OCCHI, NELLE BRACCIA, IN OGNI MEMBRA DEL MIO CORPO.
CAOS. NEL CUORE.
NON CAPIRE. CERCARE DI NON PENSARE.
NON VOLER ESSERE.
VENTO CHE SFUGGE PORTAMI VIA.
ARIA CHE RESPIRA RINFRESCAMI.
TERRA CHE VIVE NON FARMI MORIRE.
MARE CHE CAMMINA CULLAMI.
FUOCO CHE SALTA RALLEGRAMI.
CIELO CHE PIANGE DEPURAMI.
E ANCORA NON CAPIRE. E ANCORA CAOS.
E MILLE PAROLE MISTE A SANGUE, A LACRIME, A SUDORE.
LASCIAREFALLITOVIAVINCEREVITAGIUTUBRUTTOSOLOMALE
DESIDEROSCUSAPIANGONULLAGHIACCIOOMBRAIMMOBILE
GHIACCIO. OMBRA DI GHIACCIO. FERMA, INCATENATA CON CATENE TRASPARENTI, CHE STRINGONO FORTE, SEMPRE DI PIU’, CHE FANNO MALE. STRINGERE I DENTI E SENTIRSI INUTILE.
GOMMA. BACCHETTA MAGICA.
GOMMA CHE CANCELLI IL DOLORE
BACCHETTA MAGICA CHE FACCIA LA SCELTA PIU’ GIUSTA.
QUAL’E’ LA SCELTA PIU’ GIUSTA?
SU/GIU
FUORI/DENTRO
BIANCO/NERO
DESTRA/SINISTRA
NON ESISTONO MEZZE STRADE. NON ESISTE IL GRIGIO. NON ESISTE IL CENTRO. NON C’E’ UNA TERZA VIA.
PURTROPPO.
PER FORTUNA.
FORSE.
QUASI.
E VOLER ESSERE ONDA.
E VOLER ESSERE PIUMA.
E VOLER ESSERE NUVOLA.
E VOLER ESSERE SCINTILLA.
E VOLER ESSERE LA COSA PIU’ GIUSTA E DIRE "ECCOMI, SONO IO CIO’ CHE DEVI SEGUIRE".
MA SONO DAVVERO IO LA COSA PIU’ GIUSTA?
IL CUORE SEGNA SEMPRE LA VIA PIU’ GIUSTA DA PERCORRERE?

CAPRICCI E FALSITA’

BASTA. QUANTE VOLTE HO DETTO BASTA…TANTE, TANTISSIME.
MA SE UNO STA MALE DAVVERO CREDO SIA NORMALE.
 
VORREI SCRIVERE UN ULTIMO INTERVENTO SU DI TE, POI CHIUDO QUI TUTTA QUESTA STORIA. MI SONO STANCATA DI CORRERTI DIETRO DA SEMPRE, DI ACCETTARE X FORZA TUTTE LE TUE SCUSE, TUTTI I TUOI FALSI MOTIVI. MI SONO STANCATA DI RINCORRERTI ED ACCETTARE I TUOI CAPRICCI. è SEMPRE STATO COSì: TU PRENDEVI UN CAPRICCIO ED IO SEMPRE DIETRO DI TE, PRONTA A CHIAMARTI – ANCHE SE TI FACEVI NEGARE LA TELEFONO – PRONTA A SCRIVERTI – ANCHE SE NON MI RISPONDEVI MAI – ; UNA VOLTA TI FECI ANCHE UN REGALO – PUR ESSENDO MIO IL COMPLEANNO – , TUTTO ANDò BENE X DUE GIORNI, POI RITORNASTI AD AVERE IL MUSO. SOLO ORA MI ACCORGO CHE HAI SEMPRE VOLUTO ESSERE AL CENTRO DELL’ATTENZIONE ED AVERE LA TUA COSIDDETTA "AMICA" ALLE TUE DIPENDENZE. ORA BASTA.
è VERO, MI SONO INCATTIVITA TANTO, SONO CAMBIATA, MA A VOLTE è UN BENE, PERCHè TI PERMETTE DI RENDERTI CONTO QUANDO SEI SOLO MOTIVO DI RISA.
L’ANNO SCORSO MI SONO AMMALATA E CHI MI è STATO VICINO SEMPRE LO SA, E LE SUE SPALLE FORTI E LE SUE BRACCIA CHE MI HANNO SORRETTA LO RICORDANO ANCORA ADESSO.
QUANDO CROLLAVO A TERRA ED AVEVO DELLE CRISI DI PIANTO TREMENDE TU NON ERI ACCANTO A ME, MA POI QUANDO STAVI MALE PRETENDEVI DI ESSERE CAPITA, ASCOLTATA E CONSOLATA; MI INTERROMPEVI MENTRE TI PARLAVO PERCHè CIO’ CHE ERA CAPITATO A TE ERA SEMPRE PIù IMPORTANTE, SEMPRE MIGLIORE. QUANTE VOLTE MI HAI CHIUSO IL TELEFONO, MENTRE IO CERCAVO DI PARLARE, DI CHIARIRE. UNA SOLA VOLTA L’HO FATTO IO ED è SUCCESSO DI TUTTO. UN ERRORE TUO ERA UN ERRORE UMANO, UN ERRORE MIO ME LO FACEVI SENTIRE COME UN PESO CHE GRAVAVA SEMPRE PIù…
 
ALLE DELUSIONI IN AMICIZIA SONO AVVEZZA O, COME DIREBBE UNA PERSONA "C’HO FATTO IL CALLO", E NON INTENDO AVVELENARMI IL SANGUE PIù DI QUANTO GIA’ NON LO SIA.
 
SOLO UN RAGAZZO MI E’ STATO SEMPRE VICINO, DA QUANDO CI SIAMO RITROVATI NON MI HA MAI LASCIATA UN ATTIMO, SI E’ PRESO CURA DI ME ED IO DI LUI. ABBIAMO ANCHE NOI AVUTO I NOSTRI PICCOLI LITIGI, CHE PERò SONO SERVITI A FARCI UNIRE ANCORA DI PIù, NON AD ALLONTANARCI, SONO SERVITI A FARCI RENDERE CONTO CHE CI MANCAVANO LE RISATE DELL’ALTRO, CHE CI MANCAVA GUARDARCI UNO SUL LETTO, L’ALTRO SEDUTTO SULLA SEDIA, O SEDUTI CHE D’ INVERNO SU QUELLE FREDDE SCALE DI MARMO. CREDO CHE QUESTO SIA IL VERO AFFETTO, LA VERA AMICIZIA, QUELLA CHE NON SI DIMENTICA, Nè SI RINFACCIA. ED E’ PER QUESTO CHE VOGLIO METTERE FINE A QUESTA FALSITA’.
 
SPERO COMUNQUE CHE TU STIA BENE E TI MANDO UN GRAZIE PER QUEI MOMENTI BELLI PASSATI INSIEME. SE VUOI SFOGARTI O RACCONTARE UNA COSA BELLA A QUALCUNO SAI DOVE TROVARMI, MA NON PRETENDERE PIU’ TANTO DA ME.
 
 
FRANCESCA

risp

ke è successo??? prima parlavi con me….m kiamavi….ridevamo insieme e se ne avevamo bisogno, piangevamo….poi è successo quel qualcosa ke t ha fatto allontanare…una cosa bella ke ne comporta una brutta…nn t confidi più….nn m racconti quello ke fai d bello, quello che t capita di brutto………tu sai ke sto parlando a te, proprio a te….scrivimi se c’è qualcosa ke vuoi dirmi..scrivimi una mail, un commento, kiamami……
 
 
 
 
francesca

Tag Cloud