Just another WordPress.com site

In questi giorni non ho avuto neanche il tempo per pensare a me e alla mia vita e alle persone che mi stanno intorno….

Però è assurdo come, nonostante la crisi in cui sono entrata, nonostante l’ansia che provavo, nonostante tutti i problemi che ho avuto, io pensassi comunque a te

Il mio pensiero va avanti ad intermittenza: in alcuni momenti è frequente, molto frequente, in altri, si affievolisce, raramente si spegne. C’è sempre, o quasi.

Dicono che i fantasmi sono l’anima delle persone che hanno una “questione in sospeso” sulla terra, si fanno vedere perchè hanno uno scopo, e poi, dopo averlo raggiunto, spariscono. Me l’ha detto un angelo. Però a questo punto io mi chiedo: è così anche per i pensieri? E’ così anche per il fantasma di quei ricordi che continuano a girare per la testa, fino a che, magari, non trovano risoluzione?

Inizialmente ho provato così tanto dolore per te, che avevo la mente annebbiata. Poi quel dolore si è trasformato in nostalgia. Adesso sinceramente non c’è neanche quella. Nei miei pensieri non c’è nostalgia. Però ti penso, con un pensiero freddo e razionale. Ma ti penso. Penso a come sarebbero potute andare le cose, e forse è meglio se sono andate così. Penso a cosa mi diresti, se ci trovassimo a parlare, ma non ci troveremo a parlare. Penso a cosa potrei dirti io, e forse un paio di cosette te le direi, perchè in 4 anni sono cambiata e ho capito che i momenti che passano non tornano, per cui, contrariamente a quello che ho fatto 4 anni fa, non starei zitta zitta nel mio angoletto ad ascoltare e subire, ma parlerei, parlerei anche io. Tanto alla fine con te, cosa avrei da perderci??

In ogni caso, è andata così…. è stato un bene? è stato un male? è la realtà… Sono caduta da un dirupo, mi sono fatta male, ma col tempo mi sono rialzata, mi sono rinforzata, sono diventata meno fiduciosa e forse mi sono anche chiusa. Non do più alle amiche quello che ho dato a te. Nessuna amica conosce Francesca. Do di me solo quel tanto che basta per non cadere di nuovo. Ecco, sì, mi sono trasformata in un Sempreimpiedi, quei giocattolini che quando ero piccola tanto adoravo. Non cadrò più. Non vivrò il dolore che ho vissuto con te. Non mi spezzerò in mille pezzi. E le notte passate insonni a piangere non ci saranno più. I sensi di colpa? anche a quelli ho detto addio.

E di questo devo dirti Grazie.

Dopotutto, Panta Rei.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: